Stampa

SPLIT PAYMENT

La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto un nuovo meccanismo di fatturazione alla Pubblica Amministrazione,
detto“Split Payment”, in base al quale l’I.V.A. (a debito) viene versata direttamente dal cliente (Ente Pubblico); quest’ultimo, anziché corrispondere l’I.V.A. al soggetto fornitore, la verserà direttamente all’Erario.
Questa nuova disciplina, come chiarito dal comunicato stampa del MEF n°7 del 09/01/2015 (che anticipa il decreto attuativo), si applica alle operazioni fatturate a partire dal 1° gennaio 2015, per le quali l’esigibilità dell’imposta si verifichi successivamente alla stessa data. In base al meccanismo dello Split Payment si verificano le seguenti situazioni operative:
1) la fattura deve continuare ad esporre l’I.V.A. sull’operazione, indicando che si tratta di operazione con I.V.A. a carico del cliente ai sensi dell'articolo 17-ter, D.P.R. n. 633/72, e l’importo dell’I.V.A. deve essere considerato nel totale del documento ma non nel netto da pagare ;
2) la fattura deve essere annotata nel registro I.V.A vendite;
3) l’I.V.A. di tale fattura non concorre alla liquidazione I.V.A. periodica essendo il relativo versamento a carico del cessionario Pubblica Amministrazione;
4) il credito da incassare verso la Pubblica Amministrazione sarà pari all’importo della fattura al netto dell’ I.V.A.

Website Chat